..:: L'intervista

Stefano Telloni: il matematico di corsa e l’allosauro - di LBM Sport Staff
30-03-2015

Nome: Stefano
Cognome: Telloni
Soprannome: nessuno
Luogo e data di nascita: Roma, 6 ottobre 1986
Altezza: 1.83
Segno zodiacale: Bilancia
Single o Ammogliato?: Ragazzato
Figli?: no
Animali?: Il gatto Stupor Mundi e la testuggine Scarlett Johansson.
Interessi/hobby: Sono abbastanza variabile, ma in generale mi piace dedicarmi ad attività creative.


La passione: la corsa!



Come e perché hai iniziato a correre? Sono stato contagiato dall’entusiasmo di Valeria.

Dove ti piace correre? Nel verde. Ultimamente sto esplorando la riserva naturale della valle dell’Aniene.

Che ricordi hai legati a quel periodo iniziale? Ho passato buona parte di adolescenza fermo per colpa di un ginocchio rotto, i traguardi delle prime gare sono stati qualcosa di più.

Ricordi la tua prima gara? We Run Rome del 31 dicembre 2013

Come sei arrivato a LBM? Vi ho conosciuti grazie alla buona pubblicità dei Jennings che già facevano parte della squadra.

Un momento da ricordare durante le tue innumerevoli sgambate. Una discesa spericolata dalle tre cime di Lavaredo fino a valle.

La tua migliore gara? La peggiore? Descrivile brevemente se vuoi. Ho un bel ricordo della Terminillo Skyrace 2014, il paesaggio era davvero mozzafiato e quasi non sentivo più la fatica! Purtroppo le vesciche che avevo a fine gara hanno rovinato il Light Trail dei Monti Simbruini della domenica successiva...

C’è qualcosa che fai sempre prima di ogni gara? Prima e durante una gara mastico una radice di liquirizia, mi piace il sapore e, dato che ho il naso fuori uso, mi aiuta ad evitare che la gola si secchi mentre respiro.

Quali sono le caratteristiche che useresti per descriverti come atleta? Affamato.

Il tuo sogno sportivo. Un’utopia! Mi piacerebbe correre il Passatore, dato che sono quasi omonimo del brigante Stefano Pelloni.

Perché hai scelto questa fotografia? la prima Roma Ostia. Che agonia, però la foto è venuta bene!


Il dovere: il lavoro!



Che lavoro fai? Mi sono da poco laureato in Matematica. Nell’attesa di trovare un lavoro serio do ripetizioni a ragazzi del liceo.

Ti piace? Molto, il rapporto con i ragazzi è formativo anche dal mio punto di vista.

Come sei arrivato a fare quello che fai? Ho cominciato piuttosto presto con amici di amici, poi grazie al passaparola non ho mai smesso.

Cosa hai studiato? Matematica.

Se avessi potuto scegliere il tuo lavoro, cosa avresti fatto? Il pirata.

Come concili il lavoro, la corsa e gli altri interessi? Nei periodi impegnati in cui non riesco a rispettare una routine purtroppo la corsa passa in secondo piano.

Il tuo sogno lavorativo. Arrivare a fine giornata sentendo di aver fatto qualcosa di utile.

Perché hai scelto questa fotografia? Si nota l’allosauro?


Il tempo che rimane: gli amici, la famiglia, gli altri interessi!



Cosa ti piace fare nel tempo che rimane tra lavoro e corsa? Aggiustare le cose.

Hai altre passioni oltre la corsa? bici, cucina, modellismo, cartoni animati, birre acide, etc

Chi è la tua famiglia? Mamma, papà e mia sorella Silvia, ma una menzione speciale va al gatto.

“Chi trova un amico trova un tesoro”... detto scontato ma quanto mai vero... che posto ha nella tua vita l’amicizia? Stimoli, confronti e tante risate!

E l’amore? Per fortuna il rapporto con Valeria si concilia bene con la corsa.

Come ti piacerebbe immaginarti da qui a 20 anni? Con i capelli.

C’è qualcuno tra i tuoi amici o familiari che segue le tue imprese sportive? Come? Valeria e suo padre Anthony sono compagni di squadra. Miro mi ha consigliato i primi tempi e spero possa tornare presto ad allenarsi! Gli altri della “banda” si interessano della questione solo per sapere se si può andare a pranzo fuori la domenica seguente.

Perché hai scelto questa fotografia? Una bella domenica (anche se senza gare).


Concludiamo l’intervista con un giochino: usa le iniziali del tuo nome per descriverti nei tuoi pregi e nei tuoi difetti!

Schietto

Tendine rotuleo

Eclettico

Fondente (cioccolato)

Assonnato

Naso che cola

Orgoglioso