TomTom aggiorna la sua linea di prodotti gps running con il nuovo modello Runner 2 cardio +Music wireless, street price 299 euro.

Il runner 2, denominato anche Spark (piccole differenze trascurabili), aggiunge tante nuove funzioni e migliorie al precedente modello della casa olandese, ma andiamo ad analizzare il prodotto grazie ai test che ho potuto effettuare sul sample inviatomi dalla stessa casa produttrice, che ringrazio per la disponibilità.

Il prodotto viene commercializzato in un box di plastica, all’interno oltre all’orologio trovate il cavo usb per il collegamento al computer, il manuale e solo nella versione top (299 euro) le cuffie wireless per utilizzare le funzioni mp3 integrate nell’orologio. Il cinturino è sostituibile e lo si fa in pochi secondi, sono disponibili varie colorazioni e varie taglie in base alla grandezza del polso.

La qualità costruttiva è discreta, tanta “plastica” ma la resistenza all’usura e agli urti sembra molto buona così come la solidità del vetro del display.

Prima di tutto andiamo ad analizzare le caratteristiche di questo nuovo prodotto, il tomtom runner 2 cardio +music è un:

  • Gps running
  • Fitness band
  • Dispositivo multi sport
  • Lettore mp3 con 3gb di memoria
  • Cardiofrequenzimetro senza fascia

Tomtom-multi-sport-2

 

CONFIGURAZIONE INIZIALE

 

La configurazione iniziale è molto semplice, alla portata di tutti e può essere effettuata direttamente al pc tramite il programma My Sports di TomTom, le stesse funzioni o quasi le ritroviamo sulla app dedicata ai cellulari di ultima generazione.

Dopo aver collegato l’orologio al cavo usb e aver inserito i dati personali si effettua la registrazione del prodotto sul portale, tutto davvero in pochissimi minuti.

VOTO: 9

GPS RUNNING

 

L’orologio può essere utilizzato subito senza tante pretese oppure customizzato specificando gli obiettivi da raggiungere durante la sessione di allenamento.

Dopo aver scelto il profilo sport tra i tanti disponibili si può partire subito oppure entrando nella sezione Training scegliere se effettuare un allenamento basato su lap, su un target di tempo su una distanza specifica oppure su di un lavoro specifico andando a settare tempo di riscaldamento, tipo di lavoro (tempo o distanza), numero di ripetute e tempo di defaticamento.

Il tempo di aggancio del segnale gps è risultato un po’ lento solo la prima volta, nelle sessioni di allenamento successive la funzione quick fix (che memorizza l’ultima posizione) ha permesso di avere il segnale in brevissimo tempo, circa 20 secondi.

Durante le sessioni di corsa non ho notato alcuna perdita di segnale, correndo sia in un tracciato “molto verde” che in uno cittadino fra palazzine molto alte.

L’accuratezza del dato finale chilometrico è stata confrontata con un modello top di Suunto messo all’altro polso, la funzione autolap bippava sempre allo stesso momento dimostrando la validità del prodotto. Qualche problema si è presentato nella visualizzazione della velocità istantanea, ma dalla mia esperienza personale non esiste ancora un prodotto in commercio in grado di visualizzarla correttamente quindi bisogna considerarla un dato statistico ma non puntuale.

Un po’ limitata la funzione di impostazione degli allenamenti che non consente un interval training completo quindi non si adatta agli amatori evoluti che lo applicano costantemente durante le tabelle di allenamento.

La durata della batteria è risultata più che soddisfacente raggiungendo un’ autonomia di 11h con gps attivo, è chiaro che tale autonomia scende nel caso venga utilizzato contemporaneamente il cardio integrato (circa 9h) e il lettore mp3 (scendiamo a 5h).

Il display è grande e ben leggibile anche se i due campi dati più piccoli (quelli in basso) risultano essere un po’ troppo risicati rispetto al dato centrale più grande e potrebbero creare qualche problema a chi ha difficoltà a leggere da vicino. La prima finestra ci mostra l’andatura in grande con gli altri due dati configurabili a piacimento in piccolo. Nelle altre finestre, troviamo l’utilizzo in fascia di lavoro, la percentuale sul totale nelle varie fascie di lavoro e il grafico della frequenza cardiaca.

Un po’ fastidioso l’aggancio del clip usb per la ricarica e lo scaricamento dati, bisogna fare un po’ di forza per fissarlo bene e conviene sganciare il cinturino per non avere problemi.

Facilità di utilizzo ai massimi livelli, davvero tutto molto immediato e intuitivo alla portata di tutti anche quelli che non amano combattere con la tecnologia.

VOTO: 9

FITNESS BAND

 

Le funzioni di activity tracker del runner2 sono le stesse che ritroviamo nei prodotti della concorrenza con gli stessi limiti di accuratezza riscontrati negli altri modelli.

Il numero di passi a mio parere è poco attendibile, ma più attendibile è invece il confronto con le attività dei giorni precedenti che ci permette comunque di capire quale è il giorno che abbiamo “bruciato” di più durante la settimana. Anche le funzioni di analisi del sonno (Sleep Tracker) risultano molto limitate in quanto non utilizzano il cardio integrato ma solo il sensore di movimento, sono certo che su questo TomTom lavorerà nei prossimi aggiornamenti software del prodotto.

Assenti ingiustificate le funzioni di smart notification come le anteprime di telefonate e messaggi telefonici.

La visualizzazione dei dati sull’orologio e sulle varie piattaforme è un po’ troppo semplice, diciamo ridotta al minimo indispensabile (tempo di attività, numero di passi, distanza e calorie bruciate).

Non mi sono soffermato oltre in quanto non credo che siano le funzioni che più interessano a chi acquista questo tipo di prodotto.

VOTO: 6

 

FUNZIONI MULTI-SPORT

 

L’orologio ha pre-impostati tanti profili sport differenti tra cui ritroviamo: corsa, bici, nuoto, freestyle, palestra(tapis roulant), cyclette. Gli ultimi due profili non necessitano di segnale gps essendo intesi come attività indoor.

Non è possibile gestire allenamenti multi sport in una singola sessione di allenamento, è necessario quindi stoppare l’allenamento in corso, selezionare il nuovo profilo sport e ripartire, quindi non indicato per i triatleti. Visto però che le distanze nelle gare da triathlon non sono sempre così precise si può ovviare all’ inconveniente utilizzando l’orologio in modalità freestyle. Ottima la gestione in acqua con la possibilità di avere utili indicazioni come il numero di bracciate, le virate. Il dispositivo è waterproof fino a 40m (5atm) ed estremamente leggero quindi perfetto per nuotare senza problemi.

Il cardio integrato non funziona in acqua.

Nelle sessioni di ciclismo è possibile affiancare all’orologio un sensore di cadenza, velocità e potenza da acquistare separatamente.

VOTO: 8+

 

CARDIO FREQUENZIMETRO INTEGRATO

 

Ho riscontrato notevoli miglioramenti nella rilevazione del battito cardiaco rispetto al precedente modello Runner , la tecnologia utilizzata non è più quella MIO ma quella LIFEQ.

All’inizio il posizionamento esatto dell’orologio è risultato un po’ complicato per poi semplificarsi nelle sessioni successive con l’abitudine all’uso.

Le misurazioni del dispositivo sono state validate da laboratori di ricerca durante sessioni di ciclismo con battiti fino a 190bps, effettivamente durante i miei allenamenti non ho notato i picchi, molto frequenti, che avevo riscontrato con il vecchio modello.

Il nuovo sensore è composto da tre diverse finestrelle quadrate con sensore luminoso che consente un più ampio raggio di valutazione rispetto al sensore della MIO.

Fondamentale il posizionamento corretto dell’orologio per garantire il corretto funzionamento, consigliato posizionarlo il più lontano possibile dall’osso del polso.

L’orologio migliora la precisione del battito in modo significativo dopo la fase di riscaldamento.

VOTO: 8

tomtom-spark-inside-optical-hrm

LETTORE MP3 INTEGRATO

 

Il lettore integrato nell’orologio ha una capacità di 3gb circa 500 canzoni (max 320kbps 48kHz).

Le playlist che ritroverete nell’orologio sono gestite dalla applicazione MySports Connect che ricerca le canzoni da inserire nella vostra libreria media player (windows) oppure itunes (mac).

La qualità del suono non viene intaccata dal prodotto, eventuali peggioramenti saranno da addebitare alle cuffie wireless che si andranno ad affiancare al prodotto, è infatti durante la conversione da digitale ad analogico che il segnale può degradarsi notevolmente.

Peccato che le singole tracce non vengano catalogate per album, artista ma solo in ordine alfabetico. Per tale motivo è consigliabile sfruttare la funzione playlist che rende tutto più semplice.

Non è un ipod ma funziona decisamente bene, facilissimo caricare le tracce e avviare la riproduzione prima di partire per l’allenamento settando la playlist da usare, fondamentale la scelta delle cuffie, ottime quelle in bundle nella versione wireless da 299 euro.

Sono in attesa delle cuffie skullcandi da testare con il prodotto per un risultato di elevatissima qualità, aggiornerò poi la recensione con i nuovi risultati audio.

N.B. Verificate la posizione del ricevitore bluetooth sulle cuffie, potrebbe essere necessario spostare l’orologio da un polso all’altro per garantire una riproduzione audio fluida senza interruzioni.

VOTO: 7+

 DSCN3270-970-80

CONCLUSIONI

 

OTTIMO RAPPORTO QUALITA’ PREZZO, OROLOGIO COMPLETISSIMO ADATTO A TUTTI PER VIA DELLA SUA SEMPLICITA’ DI UTILIZZO, ANCHE SE NON PARTICOLARMENTE CONSIGLIATO AGLI AMATORI EVOLUTI.

TOMTOM HA FATTO UN BELLISSIMO LAVORO MIGLIORANDO NOTEVOLMENTE RISPETTO AL MODELLO PRECEDENTE.

UN DURO COLPO PER LA CONCORRENZA CHE ANDREMO A VALUTARE NEI PROSSIMI MESI QUANDO USCIRANNO PRODOTTI ANALOGHI DI ALTRI BRAND, PER ORA TOMTOM FA UN PASSO AVANTI SENZA GUARDARSI TROPPO INDIETRO, BRAVI!

VOTO COMPLESSIVO: 8+

DISPONIBILE IN ANTEPRIMA NAZIONALE PRESSO IL NOSTRO PUNTO VENDITA NELLE VERSIONI RUNNER2, RUNNER2 CARDIO, RUNNER 2 CARDIO+MUSIC E RUNNER2 CARDIO+MUSIC WIRELESS, SCONTO ALLA CASSA PER I CLIENTI E I TESSERATI