Scarpe da running per correre con il mal di schiena: le migliori del 2020

Back pain. Athletic running man with injury in sportswear rubbing touching lower back muscles standing on road outside at night.
Categoria: Guide scarpe 

Uno dei disturbi che si vede più spesso associato alla corsa è sicuramente il mal di schiena. I runner infatti molto spesso sviluppano dolori e fastidi nella zona lombare, e questo non colpisce solo i principianti, ma anche i runner esperti.
Scegliere la giusta scarpa da running può dare un grande aiuto contro il mal di schiena, permettendo di correre più tranquillamente e senza dolori.
Chi corre e soffre di mal di schiena dovrà curare la tecnica di corsa, concentrando sulla postura e sull’appoggio più corretto, e qui la scarpa da running può fare la differenza.

Vediamo quindi quali le cause del mal di schiena, le migliori scarpe da running contro il mal di schiena e i giusti accorgimenti tecnici per correre meglio senza dolori.

Corsa e mal di schiena: le cause

Quando si parla di mal di schiena e corsa il dolore colpisce principalmente la parte bassa della schiena, ovvero la zona lombare, e perciò si parla in questo caso di lombalgia. Ma come mai questo disturbo colpisce così frequentemente i runner Ecco alcune delle cause principali:

Postura scorretta

Una delle componenti principali per una tecnica di corsa efficace e che non causi dolori è la corretta postura. Spesso il mal di schiena può presentarsi nei runner che corrono con una postura errata, con la schiena curva e non allineata con testa e collo.
La postura corretta per correre senza mal di schiena? Il busto deve sporgersi leggermente in avanti e la testa guarda sempre di fronte a sé, in modo che schiena e testa siano allineati. Questa postura previene che la zona lombare si sovraccarichi e sviluppi dolore alla schiena.

Scarpe non adatte al proprio piede e fisico

Conoscere il proprio corpo, il piede e il tipo di appoggio è fondamentale per correre senza sviluppare dolori o incorrere in infortuni. Per un runner pronatore, con un arco del piede poco accentuato o con piede piatto, avrà quindi bisogno di una scarpa stabile e con supporto. Queste scarpe permettono di compensare il difetto di appoggio e il modo in cui il peso del corpo va a scaricarsi sui piedi durante la corsa. Un runner con appoggio neutro ma con corporatura pesante non potrà fare a meno invece di una scarpa con un’eccellente ammortizzazione, che attutisca l’impatto sul terreno in modo da non creare dolori alla schiena.

Un core debole e poco allenato

Per sostenere il corpo durante la corsa non servono solo gambe allenate, un ruolo importante lo ricopre anche tutta la parte centrale dei muscoli del corpo, ovvero il core. I muscoli addominali in particolare devono essere in grado di mantenere il corpo in equilibrio, sostenendo schiena e busto in modo stabile. Il ruolo del core e supportare il peso del corpo alleggerendo schiena e gambe, che altrimenti svilupperebbero mal di schiena o infortuni a ginocchia e articolazioni. Dedicare alcune sessioni a settimana di esercizi addominali con plank e crunch aiuterà a correre senza far gravare eccessivamente il peso sulla schiena.

Una buona ammortizzazione: fondamentale contro il mal di schiena

Nella scelta della scarpa da running le persone che soffrono di mal di schiena dovranno prestare particolare attenzione a una caratteristica in particolare: l’ammortizzazione.
L’ammortizzazione è la caratteristica principale di una scarpa da running comoda e che non causi traumi e dolori al corpo. Durante la corsa la schiena deve ripetutamente assorbire lo shock generato dall’impatto del piede con il terreno. Questa continua sollecitazione sulla zona lombare può portare quindi a sviluppare mal di schiena. Una scarpa con una buona ammortizzazione è in grado di assorbire il peso e lo shock generato dall’impatto, liberando la schiena da questi traumi ripetuti. Se corri e soffri spesso di mal di schiena fai attenzione ad avere una scarpa ben ammortizzata.

Il consiglio LBM: fai attenzione a quanti chilometri hai percorso con le tue scarpe da running. Dopo circa 600 km l’ammortizzazione della suola si scarica e la scarpa non è più in grado di assorbire gli urti e continuare a correrci può portare a sviluppare dolore lombare.

Le scarpe da corsa migliori per il mal di schiena

Abbiamo visto le cause principali del mal di schiena per i runner e quali caratteristiche sono fondamentali per una scarpa che aiuti a correre senza peggiorare il dolore lombare. É ora di scegliere la scarpa giusta.
Noi di LBM abbiamo selezionato,per runner con appoggio neutro, quelle che secondo noi sono le 7 migliori scarpe da running per correre con il mal di schiena:

Brooks Glycerin 18

Le Glycerin 18 sono scarpe pensate per dare il massimo comfort durante la corsa, con un’ammortizzazione morbida che assorbe l’impatto con il suolo proteggendo dallo shock e riducendo il rischio di mal di schiena. Ideali anche per runner medio-pesanti e per correre lunghe distanze.

Brooks Glycerin 18 uomo
Brooks Glycerin 18 donna

scarpa running glycerin 18 brooks

Saucony Triumph 18

La tecnologia PWRRUN+ di Saucony offre alla scarpa un sistema di ammortizzazione confortevole e morbido, senza affaticare le articolazioni e la zona lombare. Ideale per corse a passo medio e ad andatura rilassata.
Saucony Triumph 18 uomo
 Saucony Triumph 18 donna

New Balance 1080v10

Una scarpa leggera, che unisce performance e comfort. Le New Balance 1080v10 hanno una suola con schiuma a densità differenziata, che dà maggior sostegno alle zone del piede che necessitano maggior supporto. Il risultato? Meno stress sulla schiena grazie a una buona ammortizzazione e una falcata controllata e precisa.
New Balance 1080v10 uomo
New Balance 1080v10 donna

Nike Air Zoom Vomero 14

La schiuma React e l’inserto Nike Air danno alla Vomero 14 il perfetto mix di ammortizzazione e reattività. Ideali per runner che soffrono di mal di schiena ma non vogliono rinunciare al giusto ritorno di energia, sia per lunghe che per medie distanze a velocità sostenuta.
Nike Air Zoom Vomero 14 uomo
Nike Air Zoom Vomero 14 donna

nike air zoom vomero 14 scarpa running massima ammortizzazione

New Balance 880 v10

L’intersuola Fresh Foam X di New Balance è la risposta a tutti i runners che cercano comfort e stabilità. Una scarpa stabile (per runner con appoggio neutro) e comoda grazie a un’ammortizzazione morbida. L’assorbimento degli impatti permette di ridurre sollecitazioni sulla zona lombare, anche durante allenamenti di lunga distanza.
New Balance 880 v10 uomo
New Balance 880 v10 donna

Asics Gel Cumulus 21

Uno dei classici di Asics per ammortizzazione e comodità, le Cumulus 21. Sistema di ammortizzazione Rarefoot GEL che assorbe l’impatto anche con appoggio su tallone e retropiede, zona dove il peso si scarica in maniera più decisasu piede, gambe e schiena.
Asics Gel Cumulus 21 uomo
Asics Gel Cumulus 21 donna

Mizuno Wave Sky 3

Morbida e ammortizzata, la Mizuno Wave Sky 3 danno tutto il comfort che serve per correre lunghe distanze senza fastidi e dolori. La combinazione di schiuma XPOP e tecnologia Wave permette di avere una scarpa reattiva e comoda allo stesso tempo.
Mizuno Wave Sky 3 uomo
 Mizuno Wave Sky 3 donna
mizuno wave sky 3 scarpa running massima ammortizzazione

Potrebbe interessarti anche:

Differenza tra runner pronatore e supinatore

Running e pronazione, cosa si intende?

Si può correre con problemi di peso?