I migliori sport e esercizi da abbinare alla corsa

Categoria: Allenamento 

La corsa, il running nella fattispecie, è uno sport stupendo, lo sport che noi tutti amiamo. Spesso i runner desiderano abbinare i propri allenamenti con altri sport. È un’ottima pratica. Questo infatti fa bene sia a livello psicologico, spezzando la monotonia dell’allenamento, sia a livello fisico, andando a stimolare gruppi muscolari che la corsa non va a sollecitare spesso.
Insomma, per un allenamento completo associare la corsa con un altro sport è la soluzione ideale.

Quale sport associare alla corsa? Scopri con noi i 5 sport più adatti da abbinare al running:

1) Nuoto, uno sport completo anche per il running

Il nuoto è uno sport completo e complementare alla corsa, che coinvolge i muscoli addominali, pettorali e tutta la fascia dorsale. Con il nuoto, in particolare praticando stile libero, si va a facilitare il recupero attivo. Infatti quest’attività non grava su muscoli e articolazioni coinvolte nella corsa, andandoli a stimolare senza affaticarli eccessivamente. Inserire una sessione di nuoto leggero nel giorno seguente un lungo o un allenamento particolarmente impegnativo porterà notevoli risultati nel recupero e nel rigenerare i muscoli affaticati dalla corsa.

2) Pilates, un alleato per la tua tecnica di corsa

Il pilates è l’attività ideale per allenare il core andando insieme a migliorare l’equilibrio, la coordinazione e la postura, aspetti fondamentali per un runner che si rispetti. Il pilates è un allenamento che coinvolge tutto il corpo, tonificando e dando resistenza e stabilità attraverso l’allenamento dei muscoli profondi. In più il pilates ha un ruolo importante nel miglioramento dell’appoggio, andando a rinforzare le caviglie e le ginocchia e dando stabilità alle articolazioni. Per un runner associare delle sessioni di pilates anche brevi può portare a un miglioramento della stabilità e della tecnica di corsa.

3) Ciclismo, un alleato per il recupero muscolare

Bici e corsa vanno spesso a braccetto negli allenamenti degli sportivi. Ma quali sono i vantaggi che un runner può ottenere inserendo sessioni di bici nei propri allenamenti? Corsa e bici vanno entrambi a stimolare gli arti inferiori attraverso un movimento ripetitivo che in un caso è la falcata e nel secondo il gesto della pedalata. È importante inserire nei propri allenamenti nuovi pattern motori che varino il movimento dei muscoli. Un’attività di ciclismo a bassa intensità può essere utile al runner per velocizzare il recupero aumentando il flusso sanguigno nelle gambe. È importante che però questa attività venga svolta a bassa intensità, altrimenti si raggiungerebbe l’effetto opposto affaticando eccessivamente gli arti inferiori.
ragazza esegue addominali e esercizi funzionali per il running

4) Allenamento funzionale, rinforza e diminuisce gli infortuni

Un’altra attività che si sposa alla perfezione con la corsa è l’allenamento funzionale. Questo è costituito da esercizi effettuati a corpo libero, senza quindi l’utilizzo di pesi aggiuntivi. La principale qualità di questo tipo di allenamento è che si impara a gestire il proprio corpo, l’equilibrio e la forza esercitata dai propri muscoli. L’allenamento funzionale in genere non coinvolge singoli muscoli ma grandi gruppi muscolari che rivestono importanza fondamentale nella gestione del movimento. Per un runner l’allenamento funzionale può essere utilissimo per aumentare la tonicità della massa muscolare, andando a sviluppare una migliore gestione del proprio corpo in movimento, migliorando così la tecnica di corsa e diminuendo il rischio di infortuni dovuti a posture scorrette.

5) Lo Yoga per migliorare elasticità e recupero

Lo yoga è un’attività che ha tra i suoi principali benefici quello di favorire l’elasticità dei muscoli su tutto il corpo. Dopo un allenamento intensivo i muscoli possono risultare contratti dall’eccessivo sforzo. Quando si corre inserire una sessione di yoga può sicuramente portare a un recupero dell’elasticità ottimale dei muscoli. Migliorare l’elasticità significa anche andare a ridurre il rischio di strappi e lacerazioni negli allenamenti successivi, situazione frequente quando si inizia l’allenamento con muscoli già particolarmente contratti. Inserire una sessione di yoga insieme allo stretching post allenamento o nel giorno di riposo dalla corsa può portare a un recupero più veloce, limitando infortuni e dolori.

Il running è uno sport stupendo, ma l’impatto che ha su muscoli e articolazioni non va mai sottovalutato. Per migliore nelle proprie corse, limitare gli infortuni e ottenere un allenamento completo suggeriamo di inserire nei propri allenamenti altri sport che possono aiutarci a vivere e correre meglio.

Potrebbe interessarti anche:

Nuoto per i runner: perché associare allenamenti di corsa e piscina