Le migliori scarpe da running per chi soffre di fascite plantare

Categoria: Corsa e dintorni 

La fascite plantare è un problema abbastanza comune tra i runner, provoca un’infiammazione del legamento arcuato e, il dolore, può variare a seconda della sua gravità. Per un piede affetto da fascite plantare le scarpe sono fondamentali per alleviare ed evitare l’insorgere di questa fastidiosa infiammazione che può pregiudicare l’andamento di allenamenti e gare.

Se vi state chiedendo: si può continuare a correre con la fascite plantare? Posso prevenire questa infiammazione? Continuate a leggere l’articolo per saperne di più e scoprire quali sono le migliori scarpe da running per chi soffre di fascite plantare, edizione 2021!

  • Questa la lista delle migliori scarpe da running per chi soffre di fascite plantare:

    1. Asics Gel-Nimbus 23;
    2. Brooks Glycerin 19;
    3. Brooks Ghost 14;
    4. Hoka One One Bondi 7;
    5. Nike Air Zoom Pegasus 38;
    6. Nike React Miler.

    Cos’è la fascite plantare?

    La fascite plantare è una patologia infiammatoria a carico del legamento arcuato, cioè la fascia che riveste la muscolatura della pianta del piede. È una delle cause più comuni di tallonite e provoca dolore e difficoltà nel poggiare il piede a terra, soprattutto nelle prime ore del mattino. Il dolore può svanire quando si cammina, ma in genere diminuisce quando si effettuano dei movimenti che riscaldano la muscolatura. La fascite plantare è una problematica molto comune negli sportivi, può manifestarsi a causa dell’utilizzo di scarpe poco ammortizzate o in situazioni che mettono in eccessivo stress il tallone. Insomma, la causa principale è legata ai micro traumi a cui il piede è sottoposto.

    Si può correre con la fascite plantare?

    Se si è in una fase acuta di fascite plantare è sconsigliato continuare a correre, perché potrebbe peggiorare la vostra infiammazione. La prima cosa da fare è contattare il vostro medico che vi fornirà ulteriori chiarimenti sulla terapia da seguire per sfiammare la zona interessata. In linea di massima la fascite plantare si cura con il riposo assoluto per un periodo che va dalle 6 settimane fino ai 4 mesi nei casi più gravi, ma ovviamente dipende dal caso.

    Ma è possibile prevenire la fascite plantare? Sì, è assolutamente possibile!

    Innanzitutto è necessario indossare delle scarpe da corsa adatte, assicurandovi che siano ben ammortizzate nella zona del tallone, così eviterete di stressare il piede durante l’allenamento. La seconda cosa da fare è alternare le superfici di allenamento, evitando di correre sempre sull’asfalto e infine praticare un pò di stretching durante ogni allenamento.

    Le scarpe da corsa migliori per la fascite plantare

    Quali sono le migliori scarpe da running per chi soffre di fascite plantare? Cercare nel dettaglio un modello che abbia un’ottima ammortizzazione e un notevole livello di supporto sull’arco plantare.
    Abbiamo testato su strada e scelto per voi quelle che sono le migliori scarpe da running per chi soffre di fascite plantare:

    Asics Gel-Nimbus 23

    Le Asics Gel-Nimbus sono uno dei modelli più apprezzati nella storia del running! Arrivate all’edizione numero 23, sono adatte ai runner di ogni livello che cercano una scarpa performante sulle lunghe distanze con un’ammortizzazione ai massimi livelli. La tecnologia gel combinata alle mescole FlyteFoam e FlyteFoam Propel garantisce l’assorbimento degli urti con un atterraggio morbido e una transazione fluida ad ogni passo.

    Asics Gel-Nimbus 23 UOMO
    Asics Gel-Nimbus 23 DONNA

    Brooks Glycerin 19

    Le Brooks Glycerin 19 sono delle scarpe pensate per i runner con appoggio neutro e peso medio-alto. La sua intersuola è progettata per garantire un atterraggio morbido anche sulle lunghe distanze. Inoltre, la tecnologia 3D Fit Print lascia il piede libero di muoversi senza alcuna costrizione.

    Brooks Glycerin 19 UOMO
    Brooks Glycerin 19 DONNA

    Brooks Ghost 13

    La Ghost 14 è la scarpa da running ideale: avvolge il piede come un guanto e garantisce una perfetta traspirabilità grazie al nuovo tessuto Engineered Air Mesh. Una scarpa da corsa che garantisce un buon equilibro tra ammortizzazione e reattività. Rispetto alla sua versione precedente l’intersuola è realizzata interamente in schiuma DNA LOFT che dona comfort dal tallone alla punta del piede.

    Brooks Ghost 14 UOMO
    Brooks Ghost 14 DONNA


  • Hoka One One Bondi 7

    Le Hoka Bondi 7 sono le scarpe più amortizzate nella gamma di calzature da strada Hoka. Rivoluzionarie, fluide e bilanciate lungo qualsiasi distanza! La sua intersuola è realizzata completamente in EVA, uno tra i migliori materiali in commercio per ammortizzare gli urti, leggero e super efficiente. Un ottimo rapporto qualità prezzo!

    Hoka One One Bondi 7 UOMO
    Hoka One One Bondi 7 DONNA

    Nike Air Zoom Pegasus 38

    Le Nike Pegasus 38 sono un grande classico del brand, adatte ad ogni distanza e livello di corsa. La schiuma Nike React è leggera, flessibile e  assorbe perfettamente gli urti.  Il prezzo è molto competitivo e le colorazioni sono svariate.

    Nike Air Zoom Pegasus 38 UOMO
    Nike Air Zoom Pegasus 38 DONNA

    Nike React Miler

    Le Nike React Miler sono ideali per chi cerca un buon compromesso tra quotidianità e stile. La comodità è garantita, grazie alla presenza della schiuma Nike React che offre un estremo comfort ad ogni passo. Il supporto intorno alla zona del calcagno è l’ideale per chi cerca stabilità e sostegno durante la corsa. Pensate per i runner con appoggio del piede neutro che cercano un ottima scarpa per l’allenamento quotidiano.

    Nike React Miler 2 UOMO
    Nike React Miler 2 DONNA

Potrebbe interessarti anche:

Correre per dimagrire, consigli per l’allenamento

Le migliori scarpe da corsa per runner pesanti

Le migliori scarpe da running ammortizzate del 2021