Si può correre con problemi di peso?

Categoria: Allenamento 

Se si è in sovrappeso e si vuole migliorare la propria forma fisica viene spesso il dubbio su quali sport e attività si possano praticare per cercare di migliorare il proprio peso e la propria salute. Ma si può iniziare a correre quando si hanno problemi di peso? Quali accorgimenti andrebbero presi per non correre rischi per la propria salute? Innanzitutto consigliamo sempre a chi vuole iniziare a correre di fare una visita medica accurata, per chiarire ogni dubbio ed essere sicuri di cominciare nel migliore dei modi a correre.

Vediamo i valori di IMC per la corsa e alcuni consigli per correre senza farsi male:

Si può correre in sovrappeso?

Quando si parla di praticare sport con problemi di peso è fondamentale partire con un quadro più chiaro sull’entità del problema, capendo quanto i chili in più possano essere un ostacolo e un fattore di rischio per noi. Essere lievemente sovrappeso o avere un problema di peso che porta all’obesità sono due situazioni diversissime, che avranno delle modalità di allenamento e delle accortezze differenti.

Uno dei modi migliori per capire la propria situazione di peso, oltre a una visita medica accurata, è quella di calcolare il proprio Indice di Massa Corporea. Questo indice (IMC) si ottiene dividendo il proprio peso per la propria altezza al quadrato (kg/m2). Per esempio se sei alto 1,75 e pesi 78 chili il tuo IMC sarà di 24,5.

I valori di IMC per la corsa possono essere così interpretati:

  • Normopeso: IMC 18,5-24,9
  • Sovrappeso: IMC 25-29,9
  • Obeso: IMC maggiore di 30

Chiunque può fare movimento per migliorare la propria salute, ma se si ha intenzione di correre con problemi di peso bisogna fare attenzione e considerare alcuni fattori.

Correre in sovrappeso

Se il proprio IMC è contenuto tra 25 e 27 significa che si è in una condizione di sovrappeso lieve o medio. In questo caso si può correre, facendo attenzione a non forzare una velocità eccessiva e non aumentare il numero di chilometri percorsi in maniera improvvisa e senza la dovuta cautela e preparazione. Il passo che si consiglia di tenere in questi casi è quello di jogging, a un’andatura di circa 6 minuti per chilometro percorso. Questa velocità permetterà anche agli atleti pesanti di non sovraccaricare le articolazioni e allenarci senza correre eccessivi rischi dovuti allo scaricarsi del peso sulla parte inferiore del corpo durante la corsa.

Correre e obesità

Se il proprio peso corporeo e il relativo IMC descrivono una situazione di grave sovrappeso o di vera e propria obesità è importante procedere con molta cautela nel fare sport e nella corsa. In questi casi il nostro consiglio è quello di alternare una corsa leggera alla camminata più o meno veloce, in base alla propria sensazione di fatica e stanchezza.
È importante procedere gradualmente, iniziare camminando per poi inserire delle brevi sessioni di corsa della durata di qualche minuto. Procedere gradualmente è importantissimo per non creare traumi improvvisi al proprio fisico.

Consigli per correre con problemi di peso

  • Fare una visita medica periodica è il primo passo per scoprire come e quanto correre. Rivolgersi a uno specialista dello sport è il primo passo per iniziare a correre quando si hanno problemi di peso.
  • Fare il test baropodometrico per scegliere le giuste scarpe da corsa.
  • Iniziare gradualmente, non cercare di cominciare senza sopravvalutare la propria forma fisica o esagerare con l’allenamento.
  • Scegliere la giusta scarpa da corsa per sostenere il peso del corpo e non causare traumi o infortuni. Una scarpa ben ammortizzata è fondamentale per correre con qualche chilo in più.
  • Dedicare tempo e attenzione al riscaldamento e allo stretching prima di correre. Prepararsi a correre con 15 minuti di camminata a velocità gradualmente più intensa è il modo migliore per evitare di cominciare a correre con i muscoli freddi e più sensibili ai traumi.
  • Non eccedere con la velocità e i chilometri percorsi se alle spalle non c’è una buona preparazione che permetta di raggiungere i nostri obiettivi in maniera graduale
  • Ascoltare il proprio corpo durante l’attività, capire i segnali del proprio corpo e sapere quando fermarsi o prendersi una pausa.

Con le giuste accortezze correre è un’attività che può essere praticata da tutti, anche se si hanno problemi di peso. Iniziare gradualmente e ascoltare i segnali del proprio corpo è fondamentale per godersi i propri allenamenti e trarne beneficio per la propria salute.

Le migliori scarpe per runner pesanti

Di seguito, una selezione accurata con le migliori scarpe running per atleti pesanti, presenti sul mercato:

Mizuno Wave Prophecy 9
Scarpe da corsa estremamente ammortizzate, pensate per tutelare gli atleti in sovrappeso, regalandogli il massimo comfort, sostegno e la massima dispersione degli urti.

DETTAGLI UOMO

Mizuno Wave Creation 21
Massima ammortizzazione sulle lunghe distanze, sostegno e protezione elevata. Ideali per atleti pesanti che cercano una scarpa reattiva ma confortevole.

DETTAGLI UOMO

Nike Air Zoom Vomero 14
Reattività e comfort assicurati con le scarpe da corsa tra i bestseller di Nike. Perfette sulle lunghe distanze.

DETTAGLI UOMO
DETTAGLI DONNA

Potrebbe interessarti anche:

Scarpe da running per correre con il mal di schiena: le migliori del 2020

Differenza tra runner pronatore e supinatore

Running e pronazione, cosa si intende?