Si può correre in sovrappeso? Consigli utili

Categoria: Allenamento 

Se si è in sovrappeso e si vuole migliorare la propria forma fisica perdendo i chili di troppo viene spesso il dubbio su quali sport e attività si possano praticare per cercare di migliorare il proprio peso e la propria salute. Ma si può correre quando si hanno problemi di peso? Correre è utile come sport per dimagrire? Quali accorgimenti andrebbero presi per non correre rischi per la propria salute? Innanzitutto consigliamo sempre a chi vuole iniziare a correre di fare una visita medica accurata, per chiarire ogni dubbio ed essere sicuri di cominciare nel migliore dei modi a correre.

Vediamo i valori di IMC per la corsa e alcuni consigli per correre senza farsi male:

Correre per perdere peso: come iniziare

Quando si parla di praticare sport con problemi di peso è fondamentale partire con un quadro più chiaro sull’entità del problema, capendo quanto i chili in più possano essere un ostacolo e un fattore di rischio per noi. Essere lievemente sovrappeso o avere un problema di peso che porta all’obesità sono due situazioni diversissime, che avranno delle modalità di allenamento e delle accortezze differenti.

Uno dei modi migliori per capire la propria situazione di peso, oltre a una visita medica accurata, è quella di calcolare il proprio Indice di Massa Corporea. Questo indice (IMC) si ottiene dividendo il proprio peso per la propria altezza al quadrato (kg/m2). Per esempio se sei alto 1,75 e pesi 78 chili il tuo IMC sarà di 24,5.

I valori di IMC per la corsa possono essere così interpretati:

  • Normopeso: IMC 18,5-24,9
  • Sovrappeso: IMC 25-29,9
  • Obeso: IMC maggiore di 30

Chiunque può fare movimento per migliorare la propria salute, ma se si ha intenzione di correre con problemi di peso bisogna fare attenzione e considerare alcuni fattori.

Correre quando si è sovrappeso (IMC 25-29,9)

Se il proprio IMC è contenuto tra 25 e 27 significa che si è in una condizione di sovrappeso lieve o medio. In questo caso si può correre, facendo attenzione a non forzare una velocità eccessiva e non aumentare il numero di chilometri percorsi in maniera improvvisa e senza la dovuta cautela e preparazione. Il passo che si consiglia di tenere in questi casi è quello di jogging, a un’andatura di circa 6 minuti per chilometro percorso. Questa velocità permetterà anche agli atleti pesanti di non sovraccaricare le articolazioni e allenarci senza correre eccessivi rischi dovuti allo scaricarsi del peso sulla parte inferiore del corpo durante la corsa.

Corsa e obesità (IMC >30)

Se il proprio peso corporeo e il relativo IMC descrivono una situazione di grave sovrappeso o di vera e propria obesità è importante procedere con molta cautela nel fare sport e nella corsa. In questi casi il nostro consiglio è quello di alternare una corsa leggera alla camminata più o meno veloce, in base alla propria sensazione di fatica e stanchezza.
È importante procedere gradualmente, iniziare camminando per poi inserire delle brevi sessioni di corsa della durata di qualche minuto. Procedere gradualmente è importantissimo per non creare traumi improvvisi al proprio fisico.

Consigli per correre in sovrappeso

  • Fare una visita medica periodica è il primo passo per scoprire come e quanto correre. Rivolgersi a uno specialista dello sport è il primo passo per iniziare a correre quando si hanno problemi di peso.
  • Fare il test baropodometrico per scegliere le giuste scarpe da corsa.
  • Iniziare gradualmente, non cercare di cominciare senza sopravvalutare la propria forma fisica o esagerare con l’allenamento.
  • Scegliere la giusta scarpa da corsa per sostenere il peso del corpo e non causare traumi o infortuni. Una scarpa ben ammortizzata è fondamentale per correre con qualche chilo in più.
  • Dedicare tempo e attenzione al riscaldamento e allo stretching prima di correre. Prepararsi a correre con 15 minuti di camminata a velocità gradualmente più intensa è il modo migliore per evitare di cominciare a correre con i muscoli freddi e più sensibili ai traumi.
  • Non eccedere con la velocità e i chilometri percorsi se alle spalle non c’è una buona preparazione che permetta di raggiungere i nostri obiettivi in maniera graduale
  • Ascoltare il proprio corpo durante l’attività, capire i segnali del proprio corpo e sapere quando fermarsi o prendersi una pausa.

Con le giuste accortezze correre è un’attività che può essere praticata da tutti, anche se si hanno problemi di peso. Iniziare gradualmente e ascoltare i segnali del proprio corpo è fondamentale per godersi i propri allenamenti e trarne beneficio per la propria salute.

Scarpe per runner pesanti

Ammortizzazione, stabilità e supporto sono le caratteristiche fondamentali da guardare nelle scarpe di un runner in sovrappeso. Ecco alcuni dei modelli migliori per runner pesanti.

Cerchi altri modelli? Non puoi perderti il nostro articolo con Le migliori scarpe da running per atleti pesanti.

Mizuno Wave Prophecy 9
Scarpe da corsa estremamente ammortizzate, pensate per tutelare gli atleti in sovrappeso, regalandogli il massimo comfort, sostegno e la massima dispersione degli urti.

DETTAGLI UOMO

Mizuno Wave Creation 21
Massima ammortizzazione sulle lunghe distanze, sostegno e protezione elevata. Ideali per atleti pesanti che cercano una scarpa reattiva ma confortevole.

DETTAGLI UOMO

Nike Air Zoom Vomero 15
Reattività e comfort assicurati con le scarpe da corsa tra i bestseller di Nike. Perfette sulle lunghe distanze.

DETTAGLI UOMO
DETTAGLI DONNA

Potrebbe interessarti anche:

Le migliori scarpe da corsa per runner pesanti

Le migliori scarpe da running ammortizzate del 2021

Scarpe da trail running: come scegliere quella più adatta a te