Quali sono i trail da provare almeno una volta nella vita

Categoria: Consigli tecnici 

Trail più belli d’Italia: quando lo sport diventa un’esperienza indimenticabile

L’Italia, con il suo patrimonio paesaggistico ricco e vario, rappresenta un contesto geografico particolarmente favorevole e sfaccettato per il trail running. Da Nord a Sud, l’abbondanza di montagne, colline, pianure e litorali, consente di definire e sfruttare percorsi unici al mondo. All’impegno fisico della performance sportiva si unisce quindi l’emozione di immergersi in scenari suggestivi, mettendo alla prova sé stessi e riportando a casa ricordi incancellabili.

Ecco una guida ai 12 trail più belli d’Italia, da provare almeno una volta nella vita, in bilico tra passione e un pizzico di follia. Dividiamo i trail in due categorie: ultra trail e urban trail.

Ultra Trail

Molti dei trail più belli d’Italia appartengono alla categoria Ultra Trail, vale a dire gare o esibizioni non agonistiche che superano i 42 km di lunghezza. Di seguito la top 7 delle più interessanti in Italia.

Lavaredo. La inconfondibile skyline delle tre cime più famose delle Dolomiti di Sesto fa da sfondo a questa competizione conosciuta a livello internazionale. Ogni anno partecipano quasi 2mila atleti di 60 nazioni su un circuito di 120 km e 5800 mt di dislivello positivo (D+).

Adamello. Ci spostiamo in Lombardia, nello scenario delle Alpi Retiche Meridionali, per 180 km e 12mila mt D+. Si parte da Vezza D’Oglio in Val Camonica, si passa attraverso il bellissimo Parco dell’Adamello, sui sentieri della Grande Guerra. Un affascinante viaggio tra storia e natura.

Tor de Geants. Un mito per gli appassionati, molto dura ma anche tra le più spettacolari. Si corre per 330 km con D+ tra i 24mila e i 28mila mt, in un tempo massimo di 15 ore. Courmayeur fa da partenza e da arrivo, in una lunga, estenuante ma entusiasmante avventura nel cuore della Valle D’Aosta. Chi taglia il traguardo riceve l’ambito titolo di Gigante.

Trail K42. Il Parco Nazionale della Majella ospita una manifestazione che sta diventando un appuntamento atteso nell’ambiente amatoriale e professionistico. Si segue il Sentiero dello Spirito, sito famoso per essere stato la dimora di Pietro da Morrone, nome da eremita scelto da Papa Celestino V.

Sardinia Trail. L’habitat selvaggio e lussureggiante della Sardegna è straordinario in quanto a varietà e bellezza. Qui ha luogo la popolare competizione che impegna gli atleti su un tragitto di 100 km da percorrere in 3 giorni. Prima tappa Campo Oiddeu-Urzulei (30 km, 667 mt D+ e 1120 mt D-), seconda tappa (42 km, 1700 mt D+) Arzana-Arzana ad anello, terza e ultima spiggia Foxi-spiaggia Museddu (27 km, 1200 D+).

Orobie Ultra Trail. Come suggerisce il nome siamo nella zona delle Alpi e Prealpi Bergamasche, su un circuito di 140 km e una discreta pendenza positiva. Si parte da Clusone e si arriva a Bergamo, passando per la Presolana e quindi calcando il Monte Pora, poi in Val Seriana, dove il silenzio è rotto solo dal mormorio dei fiumi.

Cervino X Trail. Percorso relativamente corto rispetto agli omologhi fin qui citati, solo, per così dire, 55 km nella cornice mozzafiato della settima vetta più alta d’Italia, incastonata nella Alpi Occidentali. Una meta che non può mancare per gli amanti di questa disciplina.

2 runner corrono su strada sterrata immersi nella natura

Urban Trail

Trail running non è solo correre al di fuori delle piste regolari, ma anche su sentieri che per la loro morfologia cangiante richiedono un adattamento diverso della classica meccanica lineare. Nel corso del tempo sono andate crescendo infatti le gare e le manifestazioni all’interno di circuiti cittadini. Borghi antichi e centri storici, tra arte e cultura, fanno da teatro a manifestazioni di grande richiamo, nonchè ad alcuni tra il trail più belli d’Italia. Da questo punto di vista il profilo metropolitano dei piccoli e grandi comuni di tutta la Penisola è assolutamente unico. Ecco la lista delle kermesse più popolari.

Sette Colli. A Tortona in provincia di Alessandria si corre questa 15 km con 450 mt D+ per scoprire o riscoprire i luoghi più belli della città. Tappe del tragitto sono il Santuario della Madonna della Guardia, il Paro del Castello e quello dei Frati Cappuccini.

Rupert’s Night Trail. Nella magnifica Amalfi in provincia di Salerno ha luogo una 12 km con 800 mt D+. Scale, vicoli e scorci nascosti conducono tra palazzi vecchi e chiese, in un tour per fare il pieno di bellezza.

Urban Night Trail dei Mille. Siamo a Bergamo, nella Città Alta, e qui tra edifici storici e stradine acciottolate si snoda il percorso di 12 km per 500 mt D+.

Chiaramonte Gulfi. Nel cuore del quartiere medievale degli Iblei si tiene una bella 6 km che attraversa l’area soprannominata Il Balcone di Sicilia, per la superba vista panoramica sulla Piana di Ragusa.

Bolzano City Trail. Tra le competizioni più lunghe organizzate nella categoria delle corse urbane. Il percorso è di ben 28 km con 800 mt D+, relativamente impegnativo per una gara cittadina, ma davvero molto bella perché dà l’opportunità di esplorare tutti gli angoli della città.

Potrebbe interessarti anche:

Gel e barrette per la corsa: pre, durante e post allenamento

Differenza tra runner pronatore e supinatore

Running e pronazione, cosa si intende?