Correre in inverno: guida all’abbigliamento

Categoria: Consigli tecnici 

Il segreto per il giusto abbigliamento running invernale? Tener conto delle diverse condizioni atmosferiche: freddo, pioggia, vento e neve. L’obiettivo infatti è mantenere comfort e benessere, senza rischiare di compromettere l’allenamento.

Vediamo cosa indossare dall’intimo fino alle calzature:

Intimo e abbigliamento running invernale

Ci si può allenare in ogni condizione climatica! E, scegliere i capi giusti da indossare, ti darà la giusta motivazione e ti aiuterà ad allenarti senza rischiare di ammalarti. Ecco alcune regole e suggerimenti da seguire. Tenendo comunque in conto due fattori: la tua esperienza personale e le risposte del tuo corpo.

Caratteristiche generali per intimo e abbigliamento running

Indossare slip e reggiseni di cotone non è una buona idea: il cotone infatti assorbe il sudore, diventando freddo rapidamente e non ha tempi brevi di asciugatura. Per risolvere questo problema, ed essere comodi proprio come la corsa richiede, indossa intimo sportivo di tessuto tecnico traspirante, indicato per questo tipo di attività. In questo modo la temperatura del corpo può rimanere costante. Per le donne è raccomandato un reggiseno che si adatti alla silhouette del corpo, come le proposte Adidas Stronger, con tecnologia “Climalite” che allontana l’umidità e con spalline regolabili; oppure il Nike Swoosh Sports Bra, con tecnologia “Dry-fit”, adatto ad allenamenti moderati.

Per quanto riguarda l’abbigliamento running invernale, scegliere abiti larghi è un errore. Non aderendo al corpo, infatti, fanno passare una grande quantità di aria, raffreddando la pelle. Devono risultare aderenti, quindi valuta bene questa caratteristica durante l’acquisto. La stessa regola vale anche per le gambe, non solo per la parte superiore del corpo. Opta per un paio di pantaloni non troppo stretti, possono risultare fastidiosi, ma comunque attillati, che lasciano libertà di movimento e sempre realizzati con materiali adatti alla corsa.

Per riuscire a concederti un allenamento senza problemi, l’abbigliamento invernale per il running deve prevedere anche le parti normalmente esposte come testa e mani, oltre ai piedi. Sono concessi, anche in questo caso, solo materiali tecnici. Le scarpe per i runner sono disponibili in tantissimi modelli e colori, sia da uomo che da donna. C’è davvero l’imbarazzo della scelta! Per scegliere quelle più adatte a te, devi considerare (oltre ai tuoi gusti!) alcuni parametri: la tua postura, il tuo peso, l’utilizzo. Ossia se ti servono per correre su pista, strada o per il trail running, su strada sterrata o impervia. Alcune corse hanno bisogno di un’ammortizzazione maggiore e devono rispondere a determinati requisiti.

Running sotto la pioggia

Per poter affrontare la pioggia i materiali più adatti per gli indumenti da indossare sono quelli tecnici e idrorepellenti, per poter soddisfare i due requisiti fondamentali: proteggerti dalla pioggia all’esterno e dal sudore all’interno. Vestiti quindi con uno strato esterno per proteggerti dalla pioggia; uno intermedio o di base, a seconda della temperatura, per la termoregolazione. Per le gambe puoi scegliere da una calzamaglia tecnica, a cui abbinare dei pantaloncini se fa particolarmente freddo; oppure dei pantaloni con una tecnologia che mantenga caldi i muscoli. Per quanto riguarda maglietta e giacca (quest’ultima con occhielli per i pollici), devono comunque essere traspiranti e idrorepellenti, garantendo libertà di movimento. Sono moltissimi i modelli disponibili per i runner. La donna può scegliere tra tights- come i Nike Fast Crop, per ottenere il massimo comfort- una maglia a manica lunga- come Nike Element Top Crew– e una giacca tipo Adidas ZNE Jacket pensata proprio per andare a correre nelle giornate di pioggia. Anche l’uomo può scegliere tra diverse proposte di colore, modello e brand: ad esempio tights da running con dettagli rifrangenti come Nike Tech Tight, maglia tecnica e run jacket tipo Adidas Runner 1⁄2 zip e Diadora Rain Lock Jacket.
Puoi decidere di coprire la testa con un cappellino running antipioggia. I calzini non devono essere troppo spessi, ma garantire rapidità di asciugatura ed essere sempre traspiranti. Le scarpe running più adatte sono quelle antipioggia, con tomaia a tecnologia Gore-tex, da scegliere in base al terreno su cui andrai a correre.

Running con vento e freddo

Il freddo e il vento sono spesso i “nemici” più frequenti da dover affrontare quando vai a correre durante l’inverno. Proteggiti adeguatamente sempre con leggins e pantaloncini in tessuto tecnico oppure tights tecnici e due strati superiori (intermedio e base) termoregolatori e traspiranti. Anche in questo caso la giacca deve essere tecnica, da preferire con una tecnologia antivento a seconda del meteo; ma anche leggera, con o senza cappuccio. Come Nike Shield FZ Jacket, disponibile sia da uomo che da donna.
Indossa una fascia tecnica oppure un cappello in modo da tenere al riparo la testa.

Running con la neve

Correre con la neve? Perché no? Abbiamo detto che si può correre sempre e comunque! L’importante è valutare le condizioni: meglio evitare se è troppo alta e poco battuta, o se è presente del ghiaccio, che potrebbe risultare pericoloso se non sei adeguatamente attrezzato. Valgono le stesse regole del running sotto la pioggia o con il vento: calzamaglia o pantaloni , tre strati nella parte superiore del corpo, con l’aggiunta del berretto e dei guanti da running. Le scarpe da scegliere sono ovviamente quelle trail, con precise caratteristiche: deve essere leggera e traspirante, suola scolpita e con un’ottima ammortizzazione, performante su terreni umidi oppure morbidi. Se dovesse esserci il sole, ricordati di proteggere pelle e occhi, come quando si va a sciare!

Le precauzioni da adottare per il running in inverno

Oltre all’abbigliamento, ci sono altre accortezze che puoi seguire per il running invernale. Il riscaldamento è sempre uno step fondamentale, soprattutto in questa stagione. Deve essere prolungato e graduale, di almeno 12-15 minuti. Serve a evitare problemi articolari e muscolari. Lo stretching, altrettanto importante, dovrebbe essere svolto in un ambiente caldo.
Dopo la corsa il corpo si raffredda facilmente: è quindi importante fare subito una doccia calda e cambiarti il prima possibile, indossando degli abiti asciutti. Non dimenticare di idratarti prima, durante e dopo l’allenamento, anche se la sensazione di sete è minore rispetto all’estate.
Valuta le condizioni atmosferiche prima di uscire, in modo da prepararti in maniera adeguata.
Se ami uscire al tramonto, prevedi dell’abbigliamento running invernale con delle parti riflettenti, in modo che tu possa essere visibile anche a una distanza più ampia dagli altri utenti della strada.
Ora non resta che prepararti con i capi giusti e uscire ad allenarti!

Potrebbe interessarti anche:

Hoka si presenta

Le migliori playlist per correre

Maratone europee: le 10 da non perdere assolutamente